Tra Radio Libertà e il pop d’autore torinese (14 novembre 2014)

Il menù di questo venerdì è stato il seguente:

– Una famiglia di antifascisti napoletani che, dopo dieci anni di esilio in Argentina, decide Radio Libertàdi rientrare in Europa per difendere la Repubblica spagnola. La storia della famiglia Grossi. Nella Barcellona del 1936-1937 lotteranno, chi sul fronte, chi nella retroguardia: da Radio Libertà, Carmine Cesare, il padre, e la figlia Ada racconteranno agli italiani il dramma della Guerra Civile spagnola. E poi la fuga in Francia, i campi di concentramento, le violenze, la prigionia, il confino fascista e un riconoscimento che non è mai arrivato, nemmeno con la Repubblica italiana. Una storia drammatica che tutti dovremmo conoscere. Ne parliamo con lo storico Giuseppe Aragno che ha scritto la storia della famiglia Grossi nel suo Antifascismo e potere. Storia di storie (Bastogi, 2012) e con l’attore Alfredo Giraldi che da questo libro ha tratto l’opera teatrale Radio Libertà, messa in scena a Barcellona sabato 15 novembre nell’ambito della Setmana d’AltraMemoria, di cui ci ha parlato Ida Mauro. Per saperne di più sulla storia della famiglia Grossi e sulle attività dell’associazione AltraItalia, tra cui la denuncia allo Stato italiano riguardo ai bombardamenti su Barcellona e altre città catalane durante la Guerra Civile spagnola, Cane_Deianpotete ascoltare lo speciale che dedicammo a queste tematiche nella puntata del 18 luglio 2014.

– Due artisti fuori dagli schemi. Pop, canzone d’autore, folk, ironia. È tornato a farci visita, direttamente da Torino, Vittorio Cane, per un’occasione speciale: il ritorno sulle scene dopo un anno e mezzo di pausa. L’ultimo suo concerto era stato proprio qui a Barcellona nel giugno del 2013. Giovedì scorso ha deciso di salire di nuovo su un palcoscenico e lo ha fatto proprio qui a Barcellona: al Tinta Roja di Poble Sec nell’ambito del Festival Cose di Amilcare. Ha suonato insieme ad un altro artista della scena torinese, Deian (di Deian & Lorsoglabro). Abbiamo parlato della loro musica, di Torino, della vita. Ci siamo ascoltati Umano e A casa mia di Vittorio Cane e Che ci vuoi fare?, Lei non sa chi sono io, Il fiume e Hallopollo di Deian & Lorsoglabro.

– Nuove uscite musicali provenienti dall’Italia (e non solo):  francobeat-radici-659x439Francobeat Radici (Brutture Moderne) con Pillole e Belluno; Rusó Sala Mare m’en vaig a França (inedito, 2014).

– Il ritorno di Bruno, il comico serio, tra le cattivissime suore basche e il giovane Matteo Renzi

Último trago: Musica per BambiniCapolavoro! (Trovarobato, 2014) con La famiglila dei becchini e L’idraulico aulico

Ci ha accompagnato anche la musica di Paolo Conte (Una giornata al mare) e di Bulldog (Doggy Doggy).

Per ascoltare e scaricare il podcast schiacciate qui.

Esta entrada fue publicada en General y etiquetada , , , , , , , , , , , . Guarda el enlace permanente.

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *

*