Con Carlo Doneddu e i Dinatatak (6 febbraio 2015)

Dopo una lunga pausa invernale, Zibaldone torna on air con una puntata ricca di musica e di ospiti. Il menù di questo venerdì è stato il seguente:

– cantautore, compositore, produttore. Vive a metà tra la Sardegna e Barcellona, dove ha suonato lo scorso 5 febbraio in occasione del festival Cose di Amilcare / BarnaSants, Carlo Donedduaccompagnato da una nuova band per metà italiana e per metà catalana. Parliamo di Carlo Doneddu. Con lui abbiamo parlato de Le canzoni dell’estate (2014), il primo album da solista di Carlo, e di Un anno sull’altipiano. Opera da due soldi, il disco dei Figli di Iubal, di cui Carlo era la colonna portante, ispirato al romanzo di Emilio Lussu che nel 2006 era diventato anche uno spettacolo teatrale. E poi Carlo ci ha parlato di tanti nuovi progetti, come della colonna sonora che ha realizzato per Perfidia, il recente film di Bonifacio Angius, premiato al festival di Locarno. Ci siamo ascoltati Canzone della tenda, Tinta de Verano, Canzone di Maddalena, Il Generale Leone e Amores Modernos. Per saperne di più date un’occhiata qui.

– un gruppo unico che rappresenta bene il melting pot della Barcellona del terzo millennio. O almeno il meglio di quel melting pot. Il nome è tutto un programma: Dinatatak. Li Dinatatak 2015avevamo avuti ospiti già in due occasioni in passato, ma è sempre stato un membro diverso del gruppo a venire a trovarci. Nel 2011 il cileno Sergio Véliz che suona il birimbau; nel 2014 le sarde Vanessa Bissiri e Caterinangela Fadda, cantante e chitarrista rispettivamente. Questa volta è stato il turno del messicano Ivan Bouchain, incredibile ballerino di tip-tap e di swing, che trasforma i concerti dei Dinatatak in uno spettacolo vero e proprio. La prossima volta sarà dunque il turno degli altri due membri del gruppo: l’altro messicano Ernesto Vargas (basso) e il francese Coco (batteria e percussioni)… Con Ivan abbiamo parlato del concerto che i Dinatatak hanno offerto nella sala Tradicionarius di Barcellona il 7 febbraio, sempre nell’ambito del Festival Cose di Amilcare / BarnaSants. E in anteprima abbiamo presentato alcune canzoni del loro disco, Nombres propios, che uscirà nei prossimi mesi. Ci siamo ascoltati Miranda, Francesca, Constanza e Vladimiro. Per conoscere i Dinatatak, cliccate qui.

– L’avevamo lasciato un anno fa in Argentina con le sue ricerche sull’emigrazione italiana nel Cono Sur dell’America Latina (ascoltate qui). Ora è tornato a Barcellona dove sta rimettendo ordine ai moltissimi documenti e alle tante testimonianze raccolte. In pino danielecollegamento telefonico abbiamo avuto Fabio Ragone.

– Nuove uscite musicali provenienti dall’Italia (e non solo): Rocío Rico Romero – Roca Básica (Liquido, 2014) con Punto y seguido e Andalucía.

Bruno, il comico serio, in tournée con la Carrà…

A volte ritornano: la visita lampo di Robi… woodstock-joe-cocker

Último trago: Davide SolfriniLuna Park (New Model Label, 2015) con Mi piace il blues.

Ci ha accompagnato anche la musica di Joe Cocker (Delta Lady e Let’s go get stoned) e Pino Daniele (Maronna mia live Radio Eurosound 1976).

Per ascoltare e scaricare il podcast schiacciate qui.

Esta entrada fue publicada en General y etiquetada , , , , , , , . Guarda el enlace permanente.

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *

*