Di politica e di poesia (5 giugno 2015)

Il menù di Zibaldone di questo venerdì è stato il seguente:

il panorama politico spagnolo è cambiato notevolmente dopo le elezioni comunali e 5562510e36996.r_1432543642224.0-65-800-475regionali dello scorso 24 maggio. Il bipartitismo PP-PSOE retrocede notevolmente, il PP crolla, Podemos e Ciudadanos si affermano e le liste civiche nate dal basso in alcune città (soprattutto Barcellona e Madrid) ottengono risultati importanti. Che cosa succederà nei prossimi mesi? Ne parliamo con Luca Tancredi Barone, giornalista scientifico e collaboratore de “il manifesto”.

– Quando la poesia si fa musica. Pochi mesi fa è uscito En una palabra, pregevole disco Marta_Micodi tango di Marta y Micó, il duo formato dalla cantante Marta Boldú e dal poeta, filologo e traduttore José María Micó. È il loro primo lavoro discografico, frutto di una passione trentennale per la poesia, la canzone e la musica. Da En una palabra, ci siamo ascoltati Glosa para Tango, Sin Piel, La última curda e Amargo. Per saperne di più, date un’occhiata alla loro web.

– Nuove uscite musicali provenienti dall’Italia (e non solo): Malcolm Holcombe – The RCA Sessions (Proper, 2014) con Butcher in Town; Taraf de Haidouks Of Lovers, OUGamblers and Parachute Skirts (Crammed Disc, 2014) con Infloreste iarba in camp; Ou – Scrambled! (Spoot Music, 2015) con Non c’è niente da lavare; Mitici Gorgi In the Gorgi Show (Millesei Dischi, 2014) con Campacavallo; Verdena con il nuovo singolo Contro la ragione. 

Último trago: Sestomarelli Io fumo (dal nuovo album Possibilmente – autoprodotto/A Buzz Supreme, 2015).

Per ascoltare e scaricare il podcast schiacciate qui.

Esta entrada fue publicada en General y etiquetada , , , , , , , , , . Guarda el enlace permanente.

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *

*