Tra politica spagnola e jazz (11 marzo 2016)

Il menù di Zibaldone di questo venerdì è stato il seguente:

– La Spagna vive un’impasse politica inedita. Le elezioni dello scorso 20 dicembre Congresohanno segnato l’inizio di una nuova tappa, ma nessuno riesce per ora a formare governo. Nuove elezioni alle porte? Ne abbiamo parlato insieme a due attente osservatrici italiane della politica e della società catalana: Elena Marisol Brandolini, giornalista, collaboratrice de “Il Fatto Quotidiano”, e Paola Lo Cascio, storica dell’ICS dell’Università di Lisbona e del Centre d’Estudis Històrics Internacionals (CEHI) di Barcellona.

Marco Boi è un compositore e contrabassista sardo residente da tempo a Barcellona. Marco_BoiHa da poco registrato un nuovo disco con il suo quintetto, il Marco Boi Quintett, che uscirà presto, in formato vinile, per Discos Redondos. E per poterlo fare, ha lanciato un crowdfunding. Marco ce ne ha parlato a Zibaldone e, in anteprima, ci ha fatto sentire parte di questo disco. Per saperne di più e per partecipare al crowdfunding, cliccate qui.

– Nuove uscite musicali: Bobo Rondelli canta Piero Ciampi (Picicca/The Cage/Sony Music, 2016) con Il vino, Adius, Livorno e Il natale è il 24 (nella versione di Bobo BoboRondelliRondelli) e Andare camminare lavorare e 40 soldati 40 sorelle (nelle versioni originali di Piero Ciampi); General Stratocuster and the Marshals Dirty Boulevard (Black Candy Records, 2016) con Thank you Bob; The Orange Beach Amateurs (Autoprodotto, 2015) con Black Suv.

– continuiamo a trovarci in studio l’ignoto Johnny, la voce che ammalia, mentre Bruno, il comico serio, non riesce a farsi aprire la porta…

Último trago: Livia Ferri A Good Day to Die (dal nuovo album A Path Made By Walking).

Per ascoltare e scaricare il podcast schiacciate qui.

Esta entrada fue publicada en General y etiquetada , , , , , , , , , , . Guarda el enlace permanente.

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *

*