Con David Riondino, Carmine Torchia e Instabili Vaganti (27 marzo 2015)

Il menù di Zibaldone di questo venerdì è stato il seguente:

– è polifacetico. Non si ferma mai. Ci stupisce ogni volta. Stiamo parlando di David
Tour-cubani-2Riondino
, scrittore, cantautore, attore, regista e chi più ne ha più ne metta. Attivo da quarant’anni sulla scena italiana, lo è da tempo anche su quella internazionale. E infatti qui a Barcellona Riondino è venuto per presentare un nuovo progetto intitolato Shakespeare in Havana, ideato con il poeta e attore cubano Alexis Díaz Pimienta. Uno spettacolo dove la poesia si unisce all’improvvisazione e dove i protagonisti sono cinque repentistas dell’isola caribeña che improvvisano partendo dai classici occidentali, tra cui il bardo di Avon. Nel 2010 c’è stato un documentario con lo stesso titolo girato a Cuba (e che potete vedere a questo link); ora c’è stata una piccola tournée in Italia con l’ultima data qui sul litorale catalano. Cosa è il repentismo? Ce lo spiega in dettaglio proprio Riondino, di cui vi abbiamo proposto anche una canzone, Fosse stato per me, dedicata a Vladimir Vysotsij, inclusa nel doppio cd Le Cose di Amilcare.

– la loro compagnia ha un nome che è tutto un programma: Instabili Vaganti. Si Made in ILVAchiamano Nicola Pianzola e Anna Dora Dorno. Hanno girato per tutta la penisola italiana e in tre continenti. Ora sono atterrati anche a Barcellona con uno spettacolo che è un viaggio nel mondo della fabbrica. E di una fabbrica in concreto: quell’ILVA di Taranto di cui tanto si è parlato negli ultimi tempi. Made in ILVA, messo in scena al teatro La Vilella di Poble Sec, ci propone una lettura del mondo di Metropolis e di La classe operaia va in paradiso con gli occhi del nuovo millennio e di una strage quotidiana che pare non avere mai fine. Per saperne di più, date un’occhiata qui.

– un cantautore attento alla parola, allo sguardo, alle emozioni, al dettaglio. Nel 2008 era Carmine Torchiauscito il suo primo disco, Mi pagano per guardare il cielo, da cui si siamo ascoltati Trema la foglia. E tu? Poi è stato il turno di un lungo tour che si è tradotto in un libro-racconto, Piazze d’Italia (sulle tracce di de Chirico). Nel 2013 è arrivato il suo secondo album, Bene, che ci ha presentato anche a Barcellona in un bel concerto nell’ambito del Festival Cose di Amilcare / Festival BarnaSants. Da Bene vi abbiamo proposto Ma che ne so! (a P. Ciampi), Cuore ermetico e L’astronomo. Intervista con Carmine Torchia. Questa è la sua web.

– Nuove uscite musicali provenienti dall’Italia (e non solo): Bobo Rondelli – Come i carnevali (Picicca/The Cage, 2015) con Carnevali, La ventenne e Nara; Cranchi con Non canto per cantare (In The Bottle Records, 2015) con 11 settembre ‘73 e Eroe borgheseBobo Rondelli

– Bruno, il comico serio: in gita per la Pianura Padana…

Último trago: Colour Moves A Loose End (Interbang Records, 2015) con Slow (is my love).

Per ascoltare e scaricare il podcast schiacciate qui.

Esta entrada fue publicada en General y etiquetada , , , , , , , , . Guarda el enlace permanente.

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *

*