Tra vecchi mulini, poeti pazzi e viaggi in Africa (10 aprile 2015)

Il menù di Zibaldone di questo venerdì è stato il seguente:

– giornalista free-lance e viaggiatore instancabile. Dopo i Balcani, l’Egitto e l’India, AngeloAttanasio - Giorgi Attanasio è stato nell’Africa subsahariana. L’ha percorsa in lungo e in largo: dal Ghana al Kenya, dalla Tanzania alla Namibia fino al Sudafrica. Per scoprire e raccontare che l’Africa non è solo miseria e tristezza, ma anche molto altro. Un progetto, che si chiama Connecting Africa, che unisce le corrispondenze giornalistiche e i racconti di viaggio alla fotografia di Jerónimo Giorgi.

– il suo nome direbbe che viene da Innsbruck o da Monaco di Baviera. In realtà, Ulrich SandnerSandner è nato a Padova e dopo parecchi anni a Trento è ormai stabile qui a Barcellona. Dopo tanti anni con la musica popolare e folk degli Alì’nghistrë insieme a Sara Giovinazzi, nel 2010 è venuto un disco da solista, Músicas contra el diluvio (da cui ci siamo ascoltati Ritorno) e nel 2014 un nuovo progetto che affianca la musica alla pittura e al racconto. Si chiama Il vecchio mulino e il pittore pazzo / El viejo molino y el pintor loco e si presenta in formato di libro con testi in italiano e in spagnolo, all’interno del quale troviamo le pitture di Paolo Dolzan e un disco con canzoni in diverse lingue. Un dolzan sabbath dettaglioprogetto interessante e coraggioso, frutto di una bella esperienza umana nelle valli del Trentino. Ci siamo ascoltati La Leocadia e Diez mil guineas, oltre a una canzone inedita che Ulrich ci ha suonato dal vivo nei nostri studi accompagnato dalla sua chitarra. Per saperne di più, date un’occhiata qui.

– l’anno scorso era passato dai nostri studi. Questa volta l’abbiamo risentito in collegamento telefonico da Bologna. Stiamo parlando di Gianluca Giusti, storico The-Shalalalas1membro dei Mariposa e anima della Famosa Etichetta Trovarobato. Oltre a parlarci degli ultimi interessanti progetti di questa bella realtà musicale felsinea, Gianluca ci ha presentato i tre gruppi italiani (The Shalalalas, Fabryka e Denis The Night and The Panic Party) partecipanti all’edizione 2015 del Primavera Sound, che si terrà l’ultima settimana di maggio qui a Barcellona. Degli Shalalalas ci siamo ascoltati Dust, mentre dei Denis The Night and The Panic Party Androgynous Love.

– Nuove uscite musicali provenienti dall’Italia (e non solo): Pristine Moods – Pristine Moods (I Dischi del Minollo, 2015) con Mohawk e Rumpleskin; Tommaso Di Giulio L’Ora Solare (Live Music/Believe Digital, 2015) con Il Misantropo

Último trago: Tamuna Woodrock (New Model Label, 2014) con Ciuscia.

Ci ha accompagnato anche la musica di Dente (Chiuso dall’interno e Gita fuori luogo) e Enzo Maolucci (Il barbaro Ulisse).

Per ascoltare e scaricare il podcast schiacciate qui.

Esta entrada fue publicada en General y etiquetada , , , , , , , , , , , , . Guarda el enlace permanente.

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *

*