Del Mostro di Firenze e di tanta buona musica (26 giugno 2015)

Il menù di Zibaldone di questo venerdì è stato il seguente:

– la storia del cosiddetto Mostro di Firenze è lunga e complessa. Sedici crimini Mostrocommessi tra il 1968 e il 1985 nelle campagne toscane, vari processi, la condanna di Pietro Pacciani e di quelli che sono passati alla storia come i suoi “compagni di merende” Mario Vanni e Giancarlo Lotti tra gli anni Novanta e i primi anni Duemila. Il caso sembrava ormai chiuso, anche se molti erano i coni d’ombra e le questioni irrisolte. Recentemente nuove indagini, tra cui quelle di Paolo Cochi, hanno rimesso in discussione il tutto. Ne parliamo con Roberto Massafra, appassionato di cronaca nera che da anni segue il caso del Mostro di Firenze.

– Come ogni mese, in collegamento con noi Ricky Russo da New York che ci propone Shilpa Rey con Johnny Thunders Fantasy Space Camp e Chris Stapleton con TravellerScraps Orchestra - Foto Fabrizio Fenucci

– Nuove uscite musicali provenienti dall’Italia (e non solo): Scraps Orchestra – Vita morte e miracoli (Aratro Incisioni, 2015) con Il selvaggio Bill, Panem et circenses e Sanremo, Hotel Savoy, stanza 219; Sestomarelli Possibilmente (Autoprodotto/A Buzz Supreme, 2015) con Gabbie e A sberle in faccia; Favonio – Parole in primo piano (Believe Recordings, 2015) con Un libro un disco (feat. Rossana Casale) e Sul viale M.C. (feat. Patrizia Laquidana); Pedro Navaja con il nuovo singolo Macaco.

Sestomarelli--FABRIZIO-FENUCCI-smallÚltimo trago: Marco Rovelli Il dio che ride (dal nuovo album Tutto inizia sempre, Materiali Sonori, 2015).

Ci ha accompagnato anche la musica dei Napoli Centrale (Zitte! Sta venenne o’ mammone) e Bobo Rondelli (Autorizza papà).

 

 

Per ascoltare e scaricare il podcast schiacciate qui.

Esta entrada fue publicada en General y etiquetada , , , , , , , , , . Guarda el enlace permanente.

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *

*