Con Ana García, Gaddafi Núñez e Gianluca Diana (22 gennaio 2016)

Il menù di Zibaldone di questo venerdì è stato il seguente:

– L’argentina Ana García e il peruviano Gaddafi Núñez hanno iniziato a comporre e a suonare insieme nel 2013. Da allora non si sono fermati nemmeno un momento con Garcia-Nuñeztournée in Sardegna, Belgio, Spagna, Argentina e Messico. Dopo il primo disco, Canciones al vuelo de raíz (2013), a dicembre è uscito Granda (Icaria, 2015): un disco, registrato dal vivo nella scorsa edizione del Festival BarnaSants, e un dvd. Si tratta di un omaggio alla compositrice peruviana Chabuca Granda, amata da molti, ma ancora poco conosciuta a questo lato dell’Atlantico. Mentre abbiamo parlato di questo progetto, da questo intenso album ci siamo ascoltati Niña de lana, José Antonio, El surco e Tutuma. E dal vivo, chitarra e voce, Ana e Gaddafi ci hanno deliziato con la bellissima Sabor de río. Per saperne di più, cliccate qui.

Mariem Hassan è stata una grandissima cantante saharaui. La sua musica si è legata indissolubilmente alla lotta del suo popolo, tanto da essere stata definita “la voz del mariem-hassan-soy-saharauiSahara”. Il giornalista e attivista culturale Gianluca Diana, insieme a Federica Marzioni e all’illustratore AndroMalis, le hanno dedicato una graphic-novel, intitolata Mariem Hassan – Soy saharaui (Calamar ediciones, 2015). Ne abbiamo parlato insieme a Gianluca, in collegamento telefonico da Roma. E ci siamo ascoltati tre canzoni di Mariem: Magat Milkitna Dulaa, Addumua e Siyant Laydad. Per maggior informazioni, entrate qui.

– Vi abbiamo presentato la nuova edizione del Festival Cose di Amilcare che nei prossimi mesi porterà a Barcellona, all’interno del BarnaSants, diversi artisti italiani. Questi i prossimi concerti: Juan Carlos “Flaco” Biondini (11 febbraio, sala Tinta Roja), Omaggio a Francesco Guccini (13 febbraio, CAT), Peppe Voltarelli (3 marzo, sala Tinta Roja), Bianca d’Aponte International (6 marzo, CAT), DuoTrio – Vanessa Bissiri & Calro Doneddu (31 marzo, CoseAmilcaresala Tinta Roja) e Matteo Fiorino (7 aprile, sala Tinta Roja). Ci siamo ascoltati anche un brano di Peppe Voltarelli (Io tu noi loro) e di Matteo Fiorino (Senso di colpa). Per maggior informazioni, potete seguire la pagina facebook di Cose di Amilcare.

– E non poteva mancare nemmeno la presentazione della ventunesima edizione del Festival de canço d’autor BarnaSants che tra fine gennaio e il 14 aprile organizza oltre cento concerti tra Barcellona e altre città catalane: da Paco Ibáñez a Luís Pastor, da Jabier Muguruza a Marina Rossell, da Joan Isaac a Víctor Manuel, da Sílvia Comes a BarnasantsEnric Hernàez, da Daniel Viglietti a un omaggio alla musica venezuela (Cecilia Todd, Amaranta e José Delgado), dalla jota a un omaggio a Federico García Lorca e un altro a Javier Krahe fino ad una Noche sabinera. Per maggiori informazioni, date un’occhoiata qui.

– è di nuovo con noi Norberto Moravio con la sua rubrica Cosa fare in questi casi.

– torna anche Bruno, il comico serio, tra frizzi, lazzi e neonati…

Último trago: Joan Isaac Joies italianes i altres maravilles (Picap, 2015) con Plaça Gran.

Ci ha accompagnato anche la musica degli Eagles (Hotel California), Wilko Johnson & Roger Daltrey (I Keep it to Myself) ed Enrico Rava Quartett (Cornette).

Per ascoltare e scaricare il podcast schiacciate qui.

Esta entrada fue publicada en General y etiquetada , , , , , , , . Guarda el enlace permanente.

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *

*