Tra Primavera Sound e Stefano Bollani (3 giugno 2016)

Il menù di Zibaldone di questo venerdì è stato il seguente:

– intervistare Stefano Bollani è sempre un piacere. Stefano ha sempre mille cose da Stefano_Bollani_1raccontare. Ironico, geniale e sincero. Abbiamo parlato con lui del suo ultimo libro, Il monello, il guro, l’alchimista e altre storie di musicisti, e del suo ultimo disco, Napoli Trip, da cui vi abbiamo proposto Napoli Blues e Guapparia 2000.

– abbiamo poi avuto nei nostri studi tre artisti italiani che partecipano al Primavera Sound 2016. I Sycamore Age ci hanno parlato di un progetto nato ad Arezzo e che tra rock e sperimentazione ha prodotto due interessanti dischi. Dall’ultimo, Sycamore_AgePerfect Laughter, ci siamo ascoltati Dalia, Behind The Sun e Monkey Mountain. Matilde Davoli è invece salentina, ma vive in un continuo viaggio tra l’Italia, l’Europa e gli States. Dal suo I’m Calling You From My Dreams vi abbiamo proposto Dust, Stil Rolling e Salvation. Infine, gli Altre di B, band punk-rock attiva da anni a Bologna. Anche loro non smettono mai di viaggiare e di divertirsi. Di matildeaneddoti ne hanno parecchi da raccontare. Anche ai microfoni di Radio Contrabanda…

– Di musica ce n’è stata tanta in questa puntata, con un’attenzione speciale ad altri artisti presenti in questa edizione del Primavera Sound. Ci siamo ascoltati i turchi Boom Pam (No Waves) e la mitica Selda Bagcan (Adaletin Bumu Dünya), i californiani White Fence (Beat) e i consolidati Beirut (Gibraltar).Altre_di_B

– Infine, una sorpresa: due nuovi jingles di Zibaldone creati appositamente per noi dal grande Flavio Ferri.

 

 

Play
Esta entrada fue publicada en General y etiquetada , , , , , . Guarda el enlace permanente.

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *

*