La canzone d’autore oggi in Italia (X): Bobo Rondelli e Alessio Bondì + omaggio a Raffaella Carrà (16 luglio 2021)

Ecco qui il menú della puntata dello Zibaldone di questa settimana dove abbiamo ripreso il nostro viaggio alla scoperta di che canzone d’autore si fa oggi in Italia:

– La prima tappa è stata a Palermo, dove abbiamo incontrato Alessio Bondì che ci ha parlato del suo nuovo disco, Maharia, termine che è l’equivalente in siciliano di macumba. Una magia, un sortilegio che a volte conduce all’innamoramento. La lingua siciliana, già presente nei suoi due precedenti dischi (Sfardo, 2015, e Nivuru, 2018), in quest’opera funge da chiave magica per l’inconscio, in particolare con l’uso del dialetto palermitano autentico che racconta una verità sfuggevole e poetica. È una Sicilia intima e luminosa quella che ci mostra Alessio Bondì. Ne risulta un racconto di vita letterario, stratificato, contraddittorio, come il fluire delle emozioni che si alternano in profondità. Da Maharia ci siamo ascoltati Cerniera zip, Ave Maria al contrario, Occhi tanti e Taverna vita eterna.

– Dalla Sicilia abbiamo risalito il Tirreno fino a Livorno dove, proprio dietro il porto che cantava Piero Ciampi abbiamo, incontrato, tra il mercato e un’osteria, Bobo Rondelli. È da poco uscito il suo nuovo album, Cuore libero. Intimo e profondo, forse come non mai, Bobo mette insieme una serie di storie dove il fil rouge è l’amore. Arrabbiato e dolce, che ferisce e che cura. Ma ci sono anche, di fondo, la nostalgia e il cielo, a cui si guarda per riabbracciare la vita e ritrovare, in fin dei conti, se stessi. O quel che pensiamo o vorremmo essere. Dal suo ultimo disco vi abbiamo proposto Grazie del male, Falso Chagall e Cuore libero.

Omaggio a Raffaella Carrà: Ma che musica maestro (1970), Tuca tuca (1971), (I Can Get No) Satisfaction (1973), Romagna mia (1973), Rumore (1974), A far l’amore comincia tu (1976), Lucas (1978), Ratataplan (1980), Tele-telefonarti (1984), Satana (1999), Presidance (feat. Elio e le Storie Tese) (1999), Il grande boom (2013).

Le Ultimissime di Fausto

Esta entrada fue publicada en General y etiquetada , , , , , . Guarda el enlace permanente.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *

*