Città invisibili e deviazioni musicali (18 febbraio 2022)

Ecco qui il menú della diciassettesima puntata della stagione 2021/2022 del nostro Zibaldone:

– Dopo aver girato l’Europa, i fratelli Maurizio e Roberto Giannone si sono stabiliti sul Lago di Garda. Nel 2006 hanno dato vita al progetto Corimé dove la musica popolare della loro Sicilia si incontra e si incrocia con molte altre tradizioni musicali. Dopo Zagara, il loro album d’esordio, nel 2015 è uscito La scelta, premiato anche oltreoceano, e ora stanno lavorando a un nuovo disco. Ne parliamo con loro. Da La scelta ci siamo ascoltati A leggenda do piscaturi e El pueblo, mentre Semu ci semu e Hai perso sono le prime chicche dell’album in uscita quest’anno.

– Si può scrivere un racconto a partire da progetti architettonici e urbanistici mai realizzati? Sì, ed è quello che hanno fatto otto scrittori barcellonesi a partire da un progetto di Raul Cianella, Daniele Porretta e Daniele Comberiati. La Ciutat invisible. Vuit relats ucrònics barcelonins, uscito per i tipi della nuova casa editrice Sfabula, raccoglie appunto otto racconti ucronici ambientati in una Barcellona del passato o del futuro. Ne parliamo con Daniele Comberiati, co-editore del volume, e Sara Beltrame, autrice di uno dei racconti.

– News che ci arrivano dall’Italia e da altre latitudini: Pippo Pollina (Pizzolungo e Scacciaferro), Shijo X ((You Don’t Know) How Glad I Am), Keith Richards (Demon).

Piccolo omaggio per i 70 anni di Vasco Rossi, o meglio deviazioni del Blasco: Dente & Le Luci Della Centrale Elettrica (Siamo solo noi), Peppe Voltarelli, Ste Sardo & Cato (La nostra relazione), Giorgio Canali, Ronin & Helena Velena – Colpa d’Alfredo

Le Ultimissime di Fausto

Esta entrada fue publicada en General y etiquetada , , , , , , , , , , , . Guarda el enlace permanente.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *

*