Dicembre con Sergio Bardotti. Gli omaggi (26 dicembre 2014)

Quarta ed ultima puntata speciale di Zibaldone dedicata a Sergio Bardotti, una delle Bardottifigure più interessanti della canzone italiana della seconda metà del Novecento. Paroliere, traduttore, compositore, arrangiatore, produttore, autore di programmi televisivi e anche cantautore, Bardotti (1939-2007) è stato davvero una figura di primo piano del panorama musicale italiano. Instancabile organizzatore culturale – vinse non a caso il Premio Tenco nel 1983 –, due dei molti pregi di Sergio Bardotti sono stati quello di saper legare la canzone d’autore ai grandi successi commerciali e quello di saper importare in Italia, grazie alle sue traduzioni, canzoni e artisti di altre latitudini, come, tra i tanti, gli indimenticabili Jacques Brel, Chico Buarque e Vinicius de Moraes. Attraverso Sergio Bardotti, insomma, è la canzone d’autore ad essere al centro del nostro racconto.

Anche in questa occasione, ci accompagna in questo viaggio Sergio Secondiano Sacchi, fondatore e membro del Club Tenco di Sanremo e dell’associazione culturale Cose di CammariereAmilcare, traduttore e scrittore e, last but not least, amico di Sergio Bardotti.

In questa terza puntata abbiamo parlato degli omaggi a Bardotti (ma non solo) e ci siamo ascoltati le seguenti canzoni:

1. Michele, È stato facile

2. Sergio Endrigo, Amiamoci

3. Sergio Endrigo, Provincia

4. Ornella Vanoni, Tatuaggio

5. Ornella Vanoni, Tre uomini Vanoni

6. Irio de Paula, Samba e amore

7. Antonella Serà, Occhi negli occhi

8. Enzo Jannacci, La costruzione

9. Gino Paoli, La prima compagnia

10. Il Parto delle Nuvole Pesanti, Lorlando

11. Sergio Cammariere, Tu chi sei?

12. Chico Buarque de Hollanda, Vita

13. Stefano Bollani, Il bene mio

14. Massimo Ranieri, Ti voglio dire addio Gino Paoli

15. Simone Cristicchi, Se fossi il tempo

16. Anna Identici, Partire

17. Vittorio De Scalzi, Tutto il resto può cambiare

18. Tetes de Bois, Uno spettacolo

19. Marco Ongaro, Pupazzi

20. Carlo Fava, Samba per Bardòci

Per ascoltare e scaricare il podcast schiacciate qui.

Esta entrada fue publicada en General y etiquetada , , , , , , , , . Guarda el enlace permanente.

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *

*