Barzizza, Battiato & Pietrangeli (26 novembre 2021)

Ecco qui il menú dell’ottava puntata della stagione 2021/2022 del nostro Zibaldone:

– In un’Italia combattuta fra provincialismo e modernizzazione emerge, negli anni Venti del Novecento, la figura artistica di un musicista ligure con solide basi classiche ma aperto alle innovative sonorità americane. Si chiama Pippo Barzizza e diventerà uno dei più popolari direttori d’orchestra radiofonica fra la metà degli anni Trenta e tutti gli anni Cinquanta. Pioniere del jazz, primo arrangiatore italiano, grande scopritore di talenti e personaggio carismatico, ha composto anche colonne sonore per film di Totò, Macario e Gassman. Ne parliamo con Freddy Colt, autore di L’astro di Pippo Barzizza. Vita e opere del “Re del jazz” italiano (Carocci, 2020).

Alexanderplatz, auf wiedersehen, disco prodotto dal Club Tenco di Sanremo, è un omaggio a Milva e Franco Battiato. Oltre alle tre partecipazioni di Milva ai Dischi del club sanremese – di cui vi proponiamo la sua versione di Lontano lontano di Luigi Tenco, live all’Ariston nel 1991 – vi sono sei brani di Battiato tradotti ed incisi in diverse lingue: dal russo all’inglese, dal francese al tedesco, dallo spagnolo al catalano. Ne parliamo con Sergio Secondiano Sacchi, direttore artistico del Club Tenco. Ci siamo ascoltati Vera Gottschall (Alexander Platz), Wayne Scott (The trains of Tozeurs), Natalia Valli (Nevskij Prospekt), Joan Isaac & Roger Mas (L’animal), Sighanda (J’aurai soin de toi) e Rusó Sala (Centro de gravedad permanente).

Omaggio a Paolo Pietrangeli: Contessa, Karlmarxstrasse, Lo stracchino, Festa de l’Unità, La Roma, Io ti voglio bene, Il suicidio della morte

Le Ultimissime di Fausto

Esta entrada fue publicada en General y etiquetada , , , , , , , , . Guarda el enlace permanente.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *

*