Le canzoni di Natale. Vol. 4 (17 dicembre 2021)

Ormai è tradizione chiudere l’anno solare dello Zibaldone con uno speciale dedicato alle canzoni natalizie. Dopo il successo delle edizioni degli ultimi tre anni, ecco qui il volume 4. Come negli anni precedenti la selezione che vi proponiamo è ovviamente sui generis. Nulla o quasi di scontato. Si tratta di canzoni che non vi immaginereste (o sì?) in uno speciale con questo titolo. Dal beat al funk, dall’indie alla no wave, dalla rumba al punk, dal cha cha cha allo ska.

Questa la scaletta della puntata:

Nat King Cole (Buon natale), Spike Jones & His City Slickers (All I want for Christmas (is my two front teeth)), The Surfers (Here comes Santa Claus in a red canoe), Lalo Guerrero (Pancho Claus), The Flippers (Bianco natale cha cha cha), Gli Stranieri (Il primo natale beat), I Gufi (Era natale), Bruno Lauzi (Al pranzo di gala di Babbo Natale), Elton John (Ho! Ho! Ho! (Who’d be a turkey at Christmas)), Jethro Tull (Christmas song), Giuni Russo (Adeste fideles), Andrea Chimenti (Natale), Salvatore Adamo (Noël sur les Milandes (á Josephine Baker)), Víctor Manuel (En el portalin de piedra), Los Bravos (Hagamos una navidad), Los Chunguitos (Esta noche es nochebuena), Albert King (Santa Claus wants some lovin’), Gary Walker (Santa’s got a brand new bag), James White (Christmas with Satan), Suicide (Hey lord), Was (Not Was) (Christmas time in Motor City), Descendents (Christmas vacation), The Bollweevils (White Christmas), Agoraphobic Nosebleed (Like a cretin on Christmas eve), Riz Ortolani (Natale in casa d’appuntamento), Babalot (Natale), The Downsetters (Rudolph was a rude boy), Mando Diao (Christmas could have been good).

Esta entrada fue publicada en General y etiquetada , , . Guarda el enlace permanente.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *

*