Barcellona, la città dei prodigi (22 maggio 2020)

Questa è la scaletta dello Zibaldone di quest’oggi:

La ciudad de los prodigios di Edoardo Mendoza è sicuramente uno dei libri che meglio hanno raccontato Barcellona. Quella di fine Ottocento e dei primi del Novecento, tra le due grandi esposizioni universali. Claudio Stassi rilegge il romanzo di Mendoza in una graphic novel pubblicata da Seix Barral/Planeta. Ne parliamo con il fumettista palermitano mentre ci accompagna la musica di Giulia y los Tellarini (Barcelona), Juan Viladomat (Tango de la cocaína) e Gato Pérez (Rumba de Barcelona).

Tutta colpa della musica è il primo disco di Laura Milazzo, cantante reggiana residente da anni nella Ciudad Condal. Rispolverare alcuni successi italiani degli anni Sessanta e Settanta ascoltati sui dischi di mamma e papà e convertirli al ritmo di jazz e swing in nuove canzoni, accompagnata da alcuni musicisti di stanza a Barcellona, come Aleix De Gispert e Caterinangela Fadda. Ce ne parla proprio Laura, in diretta telefonica con noi. Dal suo album vi abbiamo proposto Grande grande grande (Mina), Che cosa c’è (Gino Paoli), Vedrai vedrai (Luigi Tenco) e Amore fermati (Fred Bongusto).

Che musica si fa ai tempi del coronavirus? Continuiamo a dare un’occhiata al panorama italiano: Agnello (Senza di te), Giacomo Lariccia (Limiti), Effenberg (Merlo), España Circo Este (Canzone per un mondo meglio), Apocalypse Lounge (Funky Doom), Bandius Companion (The Boa Azul Great Escape), Mikele Buonocore (Je voglio solo a te), Gulino (Albergo ad ore).

I libri di Zibaldone: Casa Bettola. Da spazio abbandonato a bene comune (Edizioni Recos, 2019)

Le Ultimissime di Fausto

Último trago: TenedleStellar

Publicado en General | Etiquetado , , , , , , , , , , , , | Deja un comentario

La musica ai tempi del coronavirus (II) (15 maggio 2020)

Ma che musica si fa ai tempi del coronavirus? In questa puntata di Zibaldone abbiamo continuato il viaggio intrapreso la settimana scorsa cercando di offrire una panoramica, ovviamente parziale e limitata, di quel che si scrive e si compone in Italia e in altre latitudini. Questa è la scaletta della puntata:

Bobo Rondelli (Non piangete i partigiani), Roberto Kunstler (La bussola di Adamo), Andrea Parodi (Eravamo liberi), Canarie (Anima in vacanza), Lo Stato Sociale (Autocertifcanzone), Canio Lo Guercio (La compagnia), Bob Dylan (False Prophet), CPR (Rusty and Blue), Melingo & La Típica Melingo Orquesta (Está vivo), Lucio Leoni feat CUBA Cabbal (Il sorpasso), Luca Gemma & Volwo feat. Edda (Prima di parlare).

RIP: Little Richard (Lucille), Manu Dibango (Soul Makossa), Betty Wright (Clean Up Woman), Grup Yorum (Güleycan).

I libri di Zibaldone: Bobo Rondelli, Cos’hai da guardare (Mondadori, 2019)

Le Ultimissime di Fausto

– ritorna più baldanzoso che mai Bruno, il comico serio

Último trago: KraftwerkThe Robots

Publicado en General | Etiquetado , , , , , , , , , , , , , , , | Deja un comentario

La musica ai tempi del coronavirus (8 maggio 2020)

Ma che musica si fa ai tempi del coronavirus? In questa puntata di Zibaldone abbiamo cercato di fare un po’, ma solo un po’, il punto della situazione con un occhio, anzi due, in Italia, ed un poca d’attenzione anche oltre le Alpi. Questa è la scaletta della puntata:

Garrincha Stars All-Stars feat. The Bluebeaters (Cuccuruccucu), The Bluebeaters feat. Coez (Mamma perdonami), ESMA (Antidoto), Gnut & Smart Flying Doves (Vola colomba), Edoardo e Eugenio Bennato (La realtà non può essere questa), Neil Young & Crazy Horse (I do), Bob Dylan (I Contain Multitudes), Nick Cave (Cosmic Dancer – cover di Marc Bolan), Fabio Cinti (Vieni con me), Franz (La canzone popolare), Ménageàtrois (Non chiedetemi niente), Frisino (Vorrei essere ironico), Melingo & Vinicio Capossela (Camino y hablo solo), Extraliscio feat. Orietta Berti (Merendina blu), Extraliscio (Pastasciutta al pomodoro), Monsieur Blumenberg (Love in Tokio).

I libri di Zibaldone: Joe Lansdale, la Trilogia di Ned la foca

Le Ultimissime di Fausto

Último trago: Camillas vs ChewingumVamos a bailar

Publicado en General | Etiquetado , , , , , , , , , , , , , , , | Deja un comentario

L’Italia canta en español – Gli anni Duemila (1 maggio 2020)

Ma quanti sono stati i cantanti italiani che hanno interpretato le loro canzoni in spagnolo? Moltissimi. Non ve lo potete nemmeno immaginare. Di questo tratta questo nostro speciale, L’Italia canta en español, ideato dopo lunghe chiacchierate e strane scoperte di cose lontane nel tempo. Dagli anni Sessanta fino ai giorni nostri. Da Modugno a Calcutta. In questa decima e ultima puntata, dedicata agli anni Duemila, arriviamo fino all’attualità.

Questa la scaletta:

Nino D’Angelo (Con jeans y camiseta, Tú, maldito tren), Gigi D’Alessio (Dónde estás, Abre tus brazos feat. Cristian Castro), Valeria Rossi (Tres palabras), Modena City Ramblers (Una perfecta excusa), Giuni Russo (Muero porque no muero), Paolo Meneguzzi (Cierto falso, Una regla de amor), Luca Dirisio (Calma y sangre fría), Negramaro (Verano, Sólo 3 minutos), Povia (Cuando los niños hacen oh), Zucchero (Venus y Baco), Giusy Ferreri (Nunca te olvides de mí, Noviembre), Sonohra (Buscando el amor, Mi página nueva), Vittorio Cane (Domingo), Marco Carta (Casualmente miraste), Marco Mengoni (Guerrero), Baby K (Roma-Bangkok), Il Volo (Grande amore), Max Gazzè con Álvaro Soler (Sonrío), Scialpi con Scarlett Wollenman (Rezaría), Riki (Dolor de cabeza), Camillas (El mito), Olden (Mar tranquilo), Calcutta (Paracetamol).

Publicado en General | Etiquetado , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Deja un comentario

L’Italia canta en español – Gli anni Novanta, seconda parte (24 aprile 2020)

Ma quanti sono stati i cantanti italiani che hanno interpretato le loro canzoni in spagnolo? Moltissimi. Non ve lo potete nemmeno immaginare. Di questo tratta questo nostro speciale, L’Italia canta en español, ideato dopo lunghe chiacchierate e strane scoperte di cose lontane nel tempo. Dagli anni Sessanta fino ai giorni nostri. Da Modugno a Calcutta. In questa nona puntata ripercorriamo la seconda metà degli anni Novanta.

Questa la scaletta:

Michele Zarrillo (Cinco días, Las calles de Roma), Andrea Bocelli (Por ti volaré, Vivo por ella), Jovanotti (El ombligo del mundo, Bella (y gira gira el mundo)), Ligabue (Esta noche), Neri per caso (Las chicas), Massimo Di Cataldo (Una razón natural), Franco Battiato (El cuidado), Fabrizio De Andrè (Desmedida plegaria), Eros Ramazzotti (La cosa más bella), Enrico Ruggeri (La gente con alma, El ilusionista), Marina Rei (Primavera), Jalisse (Ríos de plabras), Litfiba (Reina de corazones), Annalisa Minetti (Junto a ti o sin ti), Alex Britti (Sólo una vez), Niccolò Fabi (Viento del norte, El negocio de antigüedades, El aire), Lùnapop (Vespa Special), Paola e Chiara (Vamos a bailar, Noche mágica), Zucchero (Baila morena), Tiziano Ferro (Perdona, Tardes negras, Estaba contentísimo).

Nella prossima puntata entreremo di botto nel nuovo millennio.

Publicado en General | Etiquetado , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Deja un comentario

L’Italia canta en español – Gli anni Novanta, prima parte (17 aprile 2020)

Ma quanti sono stati i cantanti italiani che hanno interpretato le loro canzoni in spagnolo? Moltissimi. Non ve lo potete nemmeno immaginare. Di questo tratta questo nostro speciale, L’Italia canta en español, ideato dopo lunghe chiacchierate e strane scoperte di cose lontane nel tempo.  Dagli anni Sessanta fino ai giorni nostri. Da Modugno a Calcutta. In questa ottava puntata entriamo a bomba negli anni Novanta.

Questa la scaletta:

Elio e le Storie Tese (Rutinario (nubes de ayer sobre nuestra mañana de hoy), El Pubis), Amedeo Minghi e Mietta (Vete mi amor), Amedeo Minghi (Por fin, Decenios), Lucio Dalla (Atento al lobo), Marco Masini (Desesperado, Te enamorarás, Vaffanculo, Bella idiota), 883 (Han matado al hombre araña, Noroeste sureste, Quién serás), Biagio Antonacci (Líberame, Iris), Paolo Vallesi (La fuerza de la vida), Irene Grandi (T.Q.M., Bum bum, Qué vida es), Laura Pausini (La soledad, Se fue, Amores extraños), Nek (Él vive en ti, Laura no está, No preguntes por qué), Gianluca Grignani (Mi historia entre tus dedos, Destino paraíso, Halcón a medias), Giorgia (Después, Cómo sabré, Una hora sola te querré).

Nella prossima puntata continueremo con la seconda metà del decennio.

Publicado en General | Etiquetado , , , , , , , , , , , | Deja un comentario

L’Italia canta en español – Gli anni Ottanta, seconda parte (10 aprile 2020)

Ma quanti sono stati i cantanti italiani che hanno interpretato le loro canzoni in spagnolo? Moltissimi. Non ve lo potete nemmeno immaginare. Di questo tratta questo nostro speciale, L’Italia canta en español, ideato dopo lunghe chiacchierate e strane scoperte di cose lontane nel tempo. Dagli anni Sessanta fino ai giorni nostri. Da Modugno a Calcutta. In questa settima puntata continuiamo immersi negli anni Ottanta.

Questa la scaletta:

Zucchero (Chicas, Solo una sana y consabida líbido, Diamante, Menta y romero), Gianna Nannini (Bello pero imposible, Perfume, Chicos), Luca Carboni (Silvia lo sabe, Vente a vivir conmigo), Mango (Flore de verano, Como Mona Lisa, En mi ciudad), Franco Battiato (Y te vengo a buscar), Milva (Los procesos del pensamiento, Potemkin), Edoardo Bennato (El juego continúa, Viva la mamma, El tío fantástico), Raf (Qué quedará de los ’80, Te pretendo).

Nella prossima puntata entreremo con un balzo con gli anni Novanta.

Publicado en General | Etiquetado , , , , , , , , | Deja un comentario

L’Italia canta en español – Gli anni Ottanta, prima parte (3 aprile 2020)

Ma quanti sono stati i cantanti italiani che hanno interpretato le loro canzoni in spagnolo? Moltissimi. Non ve lo potete nemmeno immaginare. Di questo tratta questo nostro speciale, L’Italia canta en español, ideato dopo lunghe chiacchierate e strane scoperte di cose lontane nel tempo. Dagli anni Sessanta fino ai giorni nostri. Da Modugno a Calcutta. In questa sesta puntata entriamo di peso negli anni Ottanta, tra basi di tastiere e grandi nomi commerciali.

Questa la scaletta:

Sergio Endrigo (Carta desde Nueva York), Oliver Onions (Sandokan, el tigre de Malasia), Mino Vergnaghi (Amarse), Viola Valentino (Cómprame), Toto Cotugno (Sólo tú, sólo yo, El italiano), Gianni Togni (Luna), Pino D’Angiò (Qué idea), Pupo (Qué puedo hacer, Sí o no), Al Bano e Romina (Sharazan, Felicidad), Al Bano (En el sol), Ricchi e poveri (Será porqué te amo, Mamma María), Riccardo Fogli (Historia de todos los días), Claudia Mori (No sucederá más), Fiordaliso (Yo no te pido la luna), Eros Ramazzotti (Tierra prometida, Si bastasen un par de canciones).

Nella prossima puntata continueremo con gli anni Ottanta.

Publicado en General | Etiquetado , , , , , , , , , , , , , , | Deja un comentario

L’Italia canta en español – Tra anni Settanta e anni Ottanta (27 marzo 2020)

Ma quanti sono stati i cantanti italiani che hanno interpretato le loro canzoni in spagnolo? Moltissimi. Non ve lo potete nemmeno immaginare. Di questo tratta questo
nostro speciale, L’Italia canta en español, ideato dopo lunghe chiacchierate e strane scoperte di cose lontane nel tempo. Dagli anni Sessanta fino ai giorni nostri. Da Modugno a Calcutta. In questa quinta puntata ci troviamo a cavallo tra anni Settanta e anni Ottanta.

Questa la scaletta:

Franco Simone (Duda), Fred Bongusto (Bailemos), Collage (Poco a poco me enamoré de ti), New Trolls (Aquella caricia de otoño), Renato Zero (Triángulo), Rino Gaetano (Corta el rollo ya, Y cantaba las canciones, ¡Ay! María), Alan Sorrenti (Dame tu amor), Antonello Venditti (Otro domingo más, Necesito un amigo, Acuérdate de mí, Bienvenido al paraíso), Franco Battiato (La era del jabalí blanco, Perspectiva Nevski, Bandera blanca, Centro de gravedad, Cucurrucucú, Yo quiero verte danzar)

Nella prossima puntata arriveranno le tastiere degli anni Ottanta. Pronti?

Publicado en General | Etiquetado , , , , , , , , , | Deja un comentario

L’Italia canta en español – Gli anni Settanta, terza parte (20 marzo 2020)

Ma quanti sono stati i cantanti italiani che hanno interpretato le loro canzoni in spagnolo? Moltissimi. Non ve lo potete nemmeno immaginare. Di questo tratta questo nostro speciale, L’Italia canta en español, ideato dopo lunghe chiacchierate e strane scoperte di cose lontane nel tempo. Dagli anni Sessanta fino ai giorni nostri. Da Modugno a Calcutta. In questa quarta puntata continuiamo immersi negli anni Settanta (eh, c’è stata un’inflazione in quegli anni!), ma continuiamo ormai sempre più spediti verso gli anni Ottanta, che infatti già appaiono dietro le quinte…

Questa la scaletta:

Riccardo Cocciante (Bella sin alma, Margherita, Cuestión de feeling, Si estamos juntos), Sandro Giacobbe (Señora mía, El
jardín prohibido, Los ojos de tu madre
), Angelo Branduardi (Confesiones de un malandrín, En la feria del este, Puede hacerse), Matia Bazar (Por una hora a tu lado, Sólo tú, Te siento), Wess & Dori Ghezzi (Era), Albatros (Vuelo AZ 504), Fausto Leali (Yo caminaré), Gianni Bella (De amor ya no se muere), I Camaleonti (Qué linda eres), Loredana Bertè (Eres bellísima, No soy una señora), Umberto Tozzi (Te amo, Zíngaro, Claridad)

Nella prossima puntata arriveremo, finalmente sì (o forse era meglio di no?), agli anni Ottanta.

Publicado en General | Etiquetado , , , , , , , , , , , , | Deja un comentario

L’Italia canta en español – Gli anni Settanta, seconda parte (13 marzo 2020)

Ma quanti sono stati i cantanti italiani che hanno interpretato le loro canzoni in spagnolo? Moltissimi. Non ve lo potete nemmeno immaginare. Di questo tratta questo nostro speciale, L’Italia canta en español, ideato dopo lunghe chiacchierate e strane scoperte di cose lontane nel tempo. Dagli anni Sessanta fino ai giorni nostri. Da Modugno a Calcutta. In questa terza puntata continuiamo immersi negli anni Settanta, ma iniziamo con un “ripescaggio” di alcuni brani degli anni Sessanta che abbiamo scoperto solo recentemente.

Questa la scaletta:

Milva (Flamenco rock), Bobby Solo (Una lágrima en tu rostro), Little Tony (Si encuentras a mi amor), Tony Dallara (Se acabará), Gabriella Ferri (Si no me muero, Te regalo mis ojos, No sirve el mar), Orietta Berti (Yo te daría más), Mino Reitano (Era el tiempo de las moras), Adriano Pappalardo (Es aún de día, Recomencemos), Gianni Nazzaro (No quiero enamorarme más, Era o no era, Esto sí es amor), Marcella Bella (Montañas verdes), Mia Martini (Pequeño hombre, Minuetto, Libre), Tony Renis (Grande, grande, grande), Drupi (Marcho lejos, Sereno es), Raffaella Carrà (Rumores, En el amor todo es empezar, Fiesta, Hay que venir al sur).

Nella prossima puntata continueremo con gli anni Settanta e vi porteremo alle porte degli anni Ottanta.

Publicado en General | Etiquetado , , , , , , , , , , , , , , | Deja un comentario

Con Sleepwalker’s Station e Mariposa (28 febbraio 2020)

Ecco il menù di questa puntata di Zibaldone:

– Gli Sleepwalker’s Station, band formata da oltre una decina di musicisti di diverse nazionalità, suonano ormai da due decenni in tutto il mondo. Dopo vari dischi in inglese, con un sound molto “americano”, con Lorca (2018), dedicato al poeta spagnolo Federico García Lorca, si confrontano con le loro lingue di nascita e con altri ritmi, dal flamenco alla world music. Troviamo così brani in spagnolo, italiano, francese, tedesco, dialetto bavarese e finanche dialetto trentino. Brani che si trasformano in tasselli di un mosaico che racconta vent’anni di vita di questa band. In studio con noi Daniel Del Valle, voce e anima degli Sleepwalker’s Station. Da Lorca ci siamo ascoltati Tucumán, De molinos y gigantes, Rue du Bourg, Uno di noi e Assunta.

– I Mariposa sono tornati. Dopo anni di silenzio, la band emiliana ritorna sulle scene con Liscio Gelli, un disco che spazia dal liscio al rock psichedelico. L’ironia, evidente fin dal titolo, e la consueta capacità di mettersi in gioco, spiazzando sempre tutti, sono dei marchi di fabbrica dei Mariposa. E questo album ne è un’ulteriore prova. Ne parliamo con Gianluca Giusti, uno dei pilastri di questa band con vent’anni di vita alle spalle. Da Liscio Gelli vi abbiamo proposto Golpe Galop, Aurelio e Il lupo.

– News musicali: Bocephus King Fear Eats Your Soul; Giancarlo Arena feat. Marina TusetOrika; Nuove Tribù Zulu Rosa e fuoco (2019) con Il mondo di vetro (feat. Andrea Satta); Fabio Cinti Giorni tutti uguali; Octave Lissner Nell’acqua della chiara fontana.

I libri di Zibaldone: Giacomo Papi, Il censimento dei radical chic (Feltrinelli, 2019)

Le Ultimissime di Fausto

Último trago: Sakee SedWhisky & Coke (da Alle basi della roncola, 2020)

Publicado en General | Etiquetado , , , , , , , , , , , | Deja un comentario

Con Bocephus King e Claudia Buzzetti (21 febbraio 2020)

Ecco il menù di questa puntata di Zibaldone:

– Un cantautore canadese che canta Fabrizio De André e Ivan Graziani in inglese? Sì, anche questo è Bocephus King. Straordinario musicista nato a Vancouver e attivo da una trentina d’anni, Bocephus bazzica in Italia dal 1999. Con il nostro paese ha instaurato ormai un rapporto molto stretto. E per questo ha deciso di iniziare un progetto, The Infinite & the Autogrill, che unisce sue nuove creazioni con brani della canzone d’autore italiana (Francesco Guccini, Bobo Rondelli, Paolo Conte, Francesco De Gregori…) tradotti in inglese. Il titolo richiama l’Autogrill di Guccini e l’Infinito di Leopardi. Nella presentazione di questo primo volume di quella che sarà una trilogia, Bocephus King è accompagnato da Claudia Buzzetti, giovane cantautrice e interprete bergamasca che ha partecipato all’incisione dell’album. Da The Infinite & the Autogrill Vol. 1 vi abbiamo proposto Creuza de Mä, Farewell Lugano, Something Beautiful e One More Troubadour. Di Claudia Buzzetti ci siamo ascoltati Al lato della strada, una recente versione di Side Of The Road di Lucinda Williams.

– Ritornano anche i collegamenti con i nostri compagni di onde around the world Berardo Staglianò dal Lussemburgo (Sentieri Sonori – Radio Ara) ci propone
Apocalypse Lounge con 1942 Flame Parade con Cosmic Gathering, mentre Ricky Russo da Trieste ci propone la Rollins Band con Get Some Go Again David Bowie con Young Americans.

– News musicali: La Maschera feat. Vitorino Se mai fossi; Yusuf/Cat Stevens Back to Heart (2020, edizione rimasterizzata e con inediti) con Butterfly; Nuove Tribù Zulu Rosa e fuoco (2019) con Bohémien Superstar.

I libri di Zibaldone: Giuliano Malatesta, La Genova di De André. Da Corso Italia a Via del Campo (Giulio Perrone Editore, 2019)

Le Ultimissime di Fausto

Último trago: FrisinoGeranio (dal nuovo disco, Italian Touch, 2020)

Publicado en General | Etiquetado , , , , , , , , , , , , , , , | Deja un comentario

Vecchia e nuova canzone – con Ernesto Bassignano e Olden (14 febbraio 2020)

Ecco il menù di questa puntata di Zibaldone dedicata alla vecchia e alla nuova canzone:

– Non conoscete ancora Ernesto Bassignano, alias Bax e Bassinger? Beh, dovreste rimediare subito. Colonna portante del primo Folkstudio romano ai tempi di De Gregori e Venditti, organizzatore delle Feste dell’Unità negli anni di Pajetta, giornalista, autore radiofonico… e ovviamente cantautore. Ne ha tante di cose da raccontarci Bax che ci ha aperto le porte di casa sua a Roma. Dai suoi dischi vi abbiamo proposto Folkstudio dove sei?, Moby Dick, A cavallo di una scopa, Gente di passaggio e Il mestiere di vivere.

Prima che sia tardi è il nuovo disco di Olden, cantautore umbro residente da tempo a Barcellona. Un concept album, prodotto come il precedente A60 da Flavio Ferri (Delta V), che ci porta in un mondo distopico, ma purtroppo anche molto, troppo reale. Il disco uscirà anche in spagnolo (Antes de que sea tarde) e in catalano (Abans no sigui tard). Prima di approdare in Italia con una piccola tournée, Prima che sia tardi si presenta in anteprima sabato 15 febbraio alle 20.00 alla Lleialtat Santsenca di Barcellona nell’ambito del festival Cose di Amilcare e del BarnaSant 2020. In studio con noi Olden, Flavio Ferri, Ulrich Sandner e Alex Carmona. Ci siamo ascoltati Prima che sia tardi, Aquilone e Il clown.

– News musicali: Note di viaggio. Capitolo I. Venite avanti… Le canzoni di Francesco Guccini prodotte da Mauro Pagani (2019): Nina Zilli, Tango per due e Brunori SAS, Vorrei.

I libri di Zibaldone: Leonard Cohen, La fiamma. Poesie e pagine scelte dai quaderni (Bompiani, 2019)

Le Ultimissime di Fausto

Último trago: Leonard CohenHappens to the Heart (dall’ultimo disco, postumo, Thanks for the Dance, 2019)

Publicado en General | Etiquetado , , , , , , , , , , , , , | Deja un comentario

L’Italia canta en español – Gli anni Settanta, prima parte (7 febbraio 2020)

Ma quanti sono stati i cantanti italiani che hanno interpretato le loro canzoni in spagnolo? Moltissimi. Non ve lo potete nemmeno immaginare. Di questo tratta questo nostro speciale, L’Italia canta en español, ideato dopo lunghe chiacchierate e strane scoperte di cose lontane nel tempo. Dagli anni Sessanta fino ai giorni nostri. Da Modugno a Calcutta. In questa seconda puntata ci addentriamo negli anni Settanta.

Questa la scaletta:

Nada (Hace frío ya), Nicola Di Bari (Zingara, Trotamundos, Primera cosa bella, El corazón es un gitano), Sergio Endrigo (Canción para ti, El arca de Noé), Ornella Vanoni (La cita), Massimo Ranieri (Rosas rojas, El pasto de mi casa), Lucio Dalla (Un hombre llamado Jesús, Tienes que saber perder), Lucio Battisti (La canción del sol, Mi libre canción, De nuevo tú, Sí, viajando, La cinta rosa), Pooh (Pensamiento, Dame solo un minuto, Hombres solitarios), Riccardo del Turco (Uno de tantos), Claudio Baglioni (Pequeño gran amor, Sábado por la tarde), I Nomadi (Yo, vaganbundo).

Nella prossima puntata continueremo con gli anni Settanta e ci avvicineremo agli anni Ottanta.

Publicado en General | Etiquetado , , , , , , , , , , , | Deja un comentario